Agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni

Agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni e le riqualificazioni

AGGIORNAMENTI 2018

 

Scarica la guida completa.

 

Con l’entrata in vigore della nuova Legge di bilancio 2018, si potrà continuare a usufruire delle detrazioni fiscali per la ristrutturazione e riqualificazione delle unità abitative introdotte dal Governo negli anni scorsi. L’Agenzia delle Entrate ha reso pubblica la nuova guida con queste importanti novità e proroghe:

  • novità del 2018 la possibilità di unificare Sismabonus ed Ecobonus per gli interventi di riqualificazione dei condomini. Il bonus, nel caso di interventi congiunti di riqualificazione energetica e sismica, viene unificato all’80 o 85% (nel primo caso qualora l’intervento comporti il passaggio a una classe inferiore di rischio sismico, nel secondo caso quando si determina il passaggio a due classi inferiori). La detrazione sarà ripartita in dieci quote annuali di pari importo e si applicherà su un ammontare delle spese non superiore a 136mila euro, moltiplicato per il numero delle unità immobiliari di ciascun edificio;
     
  • introdotto il Bonus Verde, detrazione del 36% per le spese destinate a terrazzi e giardini, (acquisto di nuove piante, installazione impianto irrigazione, realizzazione di pozzi e manutenzione del verde impiantato) sia privati sia condominiali, fino a un ammontare massimo di 5mila euro;
     
  • introdotta la possibilità di cedere il credito fiscale all’impresa che compie i lavori energetici anche per le singole unità immobiliari;
     
  • dal 2018 potranno accedere alle agevolazioni anche gli istituti autonomi che gestiscono le case popolari o enti aventi le medesime caratteristiche e finalità qualunque sia la loro denominazione. Tra i requisiti per poterne godere è richiesta la costituzione di detti enti e la loro piena operatività alla data del 31.12.2013;
     
  • prorogata al 31 dicembre 2018 la detrazione Irpef del 50% per gli interventi di recupero e ristrutturazione del patrimonio edilizio, con un limite massimo di spesa pari a 96mila euro. Da gennaio 2019 il bonus tornerà al 36% fino a un limite di 48mila euro per ciascuna unità immobiliare;
     
  • prorogato al 31 dicembre 2018 l’Ecobonus con detrazione pari al 65% per la riqualificazione energetica degli edifici. La percentuale scende al 50% per le spese sostenute a partire da gennaio 2018 per l’acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi e schermature solari, per sostituzioni di impianti di climatizzazione invernali con impianti dotati di caldaie a condensazione e a biomassa combustibili, fino a un valore massimo della detrazione di 30mila euro;
     
  • prorogato al 2021 il Sismabonus, la detrazione del 50% relativa agli interventi di ristrutturazione ai fini del miglioramento o dell’adeguamento antisismico e per la messa in sicurezza degli edifici;
     
  • prorogato fino 2021 il Sismabonus condomini per gli interventi di riduzione rischio sismico effettuati sulle parti comuni dei condomini e intero edificio con detrazione del 75% se gli interventi portano al passaggio di una classe inferiore o fino all'85% se il passaggio è di due classi;
     
  • proroga al 31 dicembre 2018 della detrazione del 50% per arredi, mobili e grandi elettrodomestici acquistati in occasione di ristrutturazione edilizia.

 

ATTENZIONE: Le indicazioni contenute nella presente guida potrebbero subire modifiche. È opportuno verificarle su www.agenziaentrate.gov.it

Per approfondimenti leggi qui la guida completa:

.

 

 

Scarica la guida completa.