• per parole chiave
  • per testo libero

House in Milanosesto, un nuovo tipo di sviluppo urbano nell’ex area Falck

28/08/18
Sviluppo urbano ex area Falk

È lo studio 02Arch il vincitore del concorso di progettazione House in Milanosesto indetto dalla società Milanosesto all’interno dell’intervento di rigenerazione urbana delle aree industriali dismesse delle acciaierie e ferriere lombarde Falck a Sesto San Giovanni (MI). Oggetto del concorso, che ha visto la collaborazione del Consiglio Nazionale degli Architetti, la realizzazione di un edificio di edilizia residenziale convenzionata.

La proposta presentata da Ettore Bergamasco, Andrea Starr Stabile, Laura Colosi, Martina Cicolari, Francesca Ambrosi ed Enrico Serventi è stata la migliore tra le cinque finaliste «in quanto capace di inserirsi al meglio nel contesto generale del progetto Milanosesto. Rilevante la scelta architettonica, caratterizzata da grandi balconi in legno che, oltre a trasmettere un intento ecologico e conferire un senso di intimità e qualità dell'abitare, garantisce un elevato comfort climatico e acustico alle abitazioni. Inoltre il progetto è caratterizzato da una interessante disposizione dei volumi e da una funzionale accessibilità all'edificio», secondo quanto indicato dalla giuria.

Un edificio di edilizia residenziale convenzionata all’insegna del green building tra i nuovi progetti di rigenerazione urbana delle aree industriali dismesse delle acciaierie Falck di Sesto San Giovanni (MI). BigMat Italiahttps://www.bigmat.it/system/modules/it.bigmat.sito/resources/img/bigmat.png

La nuova struttura, a più piani, avrà una superficie complessiva di circa 13.500 mq a cui si aggiungeranno oltre 5mila mq di parcheggi interrati e sarà composta da due edifici a L. Tutto questo all’insegna del concetto di abitare smart e del green building con un utilizzo massiccio del legno per i balconi ed elevate performance di isolamento termo-acustico per un’architettura in classe A, ecologica, funzionale e accessibile, oltre che dal forte impatto visivo. Lo sviluppo dei balconi segue l’intero perimetro dell’edificio in corrispondenza di ogni piano: l’orizzontalità è interrotta da fasce verticali disposte in modo alternato in diverse posizioni, un gioco semplice ma efficace, che crea un interessante dinamismo sulle facciate.

Un intervento che aspira a promuovere un nuovo tipo di sviluppo urbano, in cui l'uso efficiente della tecnologia venga incontro alle esigenze dei cittadini, incoraggiando la coesione sociale.