• per parole chiave
  • per testo libero

Il cammino di Dubai per diventare una smart city

15/11/18
dubai smart city

Complice l’avvicinarsi di Expo 2020, Dubai sta accelerando il suo percorso di trasformazione in una smart city, puntando su digitalizzazione, nuove tecnologie e sostenibilità ambientale.

La città araba punta a diventare uno dei principali poli di innovazione del Medio Oriente aumentando gli investimenti nel campo hi tech e non solo.

Ambiente ed energie rinnovabili

Nell’emirato si sta percorrendo sempre di più la via delle energie rinnovabili come alternativa al petrolio: grazie alla realizzazione entro il 2030 del più grande parco solare del mondo si produrranno 5 GW di energia che soddisferà, nel 2050, il 75% del fabbisogno della popolazione.

Per quanto riguarda Expo 2020 sono diversi i progetti di edilizia green che caratterizzeranno il sito espositivo, come hotel e centri residenziali capaci di autoalimentarsi con l’energia solare, a cui si aggiungono segnali stradali in grado di assorbire le emissioni inquinanti.

Mobilità

Dal punti di vista della mobilità, Dubai sta testando diversi mezzi a guida autonoma in grado di volare sopra il traffico cittadino grazie agli algoritmi di intelligenza artificiale, e per questo ideali in situazioni di emergenza.

In vista di Expo 2020 la città araba sta moltiplicando gli investimenti e i progetti per diventare un centro sempre più intelligente. BigMat Italiahttps://www.bigmat.it/system/modules/it.bigmat.sito/resources/img/bigmat.png

Pubblica amministrazione

L’obiettivo è quello di eliminare l’utilizzo della carta entro il 2021 ricorrendo all’utilizzo della blockchain e a un sistema di identità pubblica digitale che consente di accedere a quasi 700 tipologie di servizi direttamente dal web o dallo smartphone, senza ogni volta sia necessario fornire i propri dati personali.

Smart academy e start up

Nuovi talenti, start up, imprese innovative: Dubai sta investendo nella formazione di figure sempre più specializzate attirando talenti da tutto il mondo grazie a programmi come il Global Blockchain challenge, lo Smart Dubai Accelerator e il Dubai future, a cui si affianca l’apertura della Smart city academy, un’università nata per formare esperti di blockchain e delle tecnologie emergenti.