• per parole chiave
  • per testo libero

La sfida di Legambiente per condomini meno energivori

21/12/18
La sfida di Legambiente per condomini meno energivori

Riqualificare 30mila condomini all’anno entro il 2030 per ridurre i consumi di energia in Italia: è questa la sfida lanciata da Legambiente in occasione della presentazione dei risultati del monitoraggio della campagna di sensibilizzazione di Civico 5.0 lanciata lo scorso anno.

La fotografia scattata dall’associazione ci restituisce il quadro di un Paese in cui la maggioranza dei condomini risale agli anni Settanta, un insieme di immobili energivori e costruiti con materiali e tecniche caratterizzate da una scarsa attenzione all’efficienza dei sistemi di riscaldamento.

In particolare, dal monitoraggio e dalle ispezioni termografiche esterne condotte è emerso come gli edifici presi in esame presentino un comportamento termico complessivamente non efficiente. Le superfici verticali e orizzontali sono infatti caratterizzate da debole tenuta termica, così come infissi e serramenti. Le termografie interne confermano le criticità rilevate durante il monitoraggio esterno, registrando ad esempio fenomeni di migrazione del calore verso l’esterno lungo gli angoli della parete perimetrale-solaio, della parete perimetrale-pilastro, della trave-pilastro e della parete perimetrale-infisso.

Da qui la proposta di Legambiente: se si riqualificassero 30mila alloggi all’anno fino al 2030 si eviterebbero circa 840mila tonnellate di emissioni di anidride carbonica all’anno e si ridurrebbero i consumi di gas di circa 420 milioni di mc.

«I benefici non finirebbero qui – ha evidenziato Edoardo Zanchini vicepresidente di Legambiente – perché questa operazione produrrebbe anche un incremento dei valori immobiliari fra il 5% e il 15%. Se a tutto ciò aggiungiamo che non c’è nessun Paese al mondo che abbia stanziato incentivi fiscali così alti per la riqualificazione (credito d’imposta fino al 75% dell’importo dei lavori), si capisce che l’unico ostacolo è rappresentato da un forte gap informativo».

Riqualificare 30mila condomini all’anno per migliorare l’efficientamento energetico del nostro Paese BigMat Italiahttps://www.bigmat.it/system/modules/it.bigmat.sito/resources/img/bigmat.png