• per parole chiave
  • per testo libero

L’edilizia in legno non conosce crisi

04/04/19
Edilizia in legno

Vale 1,3 miliardi di euro il mercato dell’edilizia in legno: a sottolinearlo è il terzo Rapporto case ed edifici in legno elaborato dal Centro Studi di FederlegnoArredo per conto di Assolegno. Un comparto che non conosce crisi, ma anzi vi resiste segnando una crescita sia nell’ambito residenziale sia nel non residenziale. Analizzando i dati del biennio 2016/2017, il rapporto evidenzia come le costruzioni in legno abbiano rappresentato il 7% delle nuove case costruite, per un numero totale di 3.224 edifici realizzati in Italia, di cui il 90% nel ramo residenziale.

Dal punto di vista del mercato, le imprese dell’edilizia in legno generano complessivamente un giro d’affari di 1,3 miliardi di euro, e il nostro Paese di colloca al quarto posto in Europa come capacità produttiva e volumi di mercato, preceduto da Germania, Regno Unito e Svezia.

L’analisi del Centro Studi di FederlegnoArredo ha preso in esame i dati forniti da 239 aziende, concentrandosi in modo particolare sul numero di edifici costruiti, sulla stima del mercato nazionale, la distribuzione delle soluzioni abitative realizzate per singola Regione, nonché la distribuzione territoriale delle aziende e del loro fatturato.

Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto, la maggior concentrazione di imprese di edilizia in legno è situata in Trentino Alto Adige (24%), seguito dalla Lombardia (22%) e dal Veneto (15%). Sul fronte della distribuzione delle case in legno, al primo posto troviamo la Lombardia (con il 23% delle abitazioni), seguita da Veneto (19%), Trentino Alto Adige (12%) ed Emilia-Romagna (11%).

Un mercato da 1,3 miliardi di euro che rappresenta il 7% delle nuove abitazioni realizzate nel nostro Paese, secondo il rapporto stilato dal Centro Studi di FederlegnoArredo BigMat Italiahttps://www.bigmat.it/system/modules/it.bigmat.sito/resources/img/bigmat.png

Report sull'edilizia in legno di FederlegnoArredo