• per parole chiave
  • per testo libero

Riqualificazione sismica edifici pubblici: al via il piano dell’Agenzia del Demanio

13/12/18
Riqualificazione sismica edifici pubblici: al via il piano dell’Agenzia del Demanio

Sono oltre 800 gli immobili di proprietà dello Stato situati nelle zone a elevato rischio sismico (tra i temi al centro del numero 25 di UP! Magazine) che saranno coinvolti nel piano di recupero sismico promosso dall’Agenzia del Demanio e già partito nei giorni scorsi.

Un programma di riqualificazione che prevede indagini di vulnerabilità sismica ed energetica, studi di fattibilità tecnico ed economica, e in alcuni casi la progettazione definitiva ed esecutiva.

Ai primi bandi già attivati in Calabria, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia si aggiungeranno entro la fine dell’anno altri bandi, per un totale di 24, e un importo complessivo di 58 milioni di euro. Quindici le Regioni coinvolte (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Sicilia, Toscana, Trentino Alto Adige, Umbria e Veneto) e in particolare le zone sismiche a rischio 1 e 2 per un totale di 1,6 milioni di mq.

 

Il percorso si svilupperà in tre fasi diverse:

  • una prima fase che riguarda le indagini di vulnerabilità sismica ed energetica (audit), i progetti di fattibilità tecnico ed economica (Pfte);
  • una seconda fase che prevede la progettazione definitiva ed esecutiva degli interventi necessari;
  • un’ultima fase per l’esecuzione dei lavori sugli immobili, a partire da quelli più critici.
Oltre 800 immobili di proprietà dello Stato situati nelle zone a rischio sismico 1 e 2 al centro di un programma di riqualificazione per un totale di 58 milioni di euro. BigMat Italiahttps://www.bigmat.it/system/modules/it.bigmat.sito/resources/img/bigmat.png

Le gare saranno gestite in modalità telematica attraverso il portale MePA (Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione), per le procedure negoziate di affidamento dei servizi di architettura e ingegneria inferiori a 100mila euro, e attraverso il Portale Acquisti dell’Agenzia del Demanio per le procedure aperte di importo pari o superiore a 100mila euro e per tutte le categorie non presenti su MePA.

Potranno partecipare alle gare i professionisti singoli o associati, le società di ingegneria e le società di professionisti in forma singola o associata. Il criterio di aggiudicazione è l’offerta economicamente più vantaggiosa.