• per parole chiave
  • per testo libero

Risparmio energetico: sconto immediato al posto della detrazione

09/07/19
Risparmio energetico: sconto immediato al posto della detrazione

Per gli interventi di risparmio energetico che rientrano nell’ambito delle ristrutturazioni sarà possibile ottenere uno sconto in fattura al posto della detrazione prevista dai bonus casa. Un emendamento del Decreto Crescita, in approvazione definitiva al Senato in questi giorni, prevede la possibilità di cedere il credito di imposta ai propri fornitori di beni e servizi. I contribuenti che hanno diritto alle detrazioni per gli interventi di efficienza energetica possono optare per un contributo di pari ammontare, sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto, anticipato dal fornitore che ha effettuato i lavori. Al fornitore lo sconto sarà rimborsato sotto forma di credito d’imposta da utilizzare esclusivamente in compensazione, in cinque quote annuali di pari importo.

Il fornitore, a sua volta potrà decidere di cedere il credito d’imposta ai propri fornitori di beni e servizi, con esclusione della possibilità di ulteriori cessioni da parte di questi ultimi. Rimane in ogni caso esclusa la cessione a istituti di credito e a intermediari finanziari.

In questo modo non si dovranno attendere i 10 anni previsti dai bonus per recuperare il 50% della somma e anche chi non ha capienza nell'Irpef non perderà il vantaggio fiscale.

Rientrano nell’ambito delle opere agevolabili, secondo l’elenco dell’Agenzia delle entrate, tutti gli impianti tecnologici a risparmio energetico, a prescindere dal fatto che siano installati o meno su immobili già provvisti di impianti di riscaldamento, oppure che vadano a sostituire questi ultimi.

Con il Decreto Crescita si può l’agevolazione fiscale può essere convertita in uno sconto immediato per tutti gli interventi di risparmio energetico che rientrano nell’ambito delle ristrutturazioni. BigMat Italiahttps://www.bigmat.it/system/modules/it.bigmat.sito/resources/img/bigmat.png